kkkkkkkk.png

Progetto Valar è un innovativo laboratorio di pedagogia teatrale pensato per le scuole primarie e secondarie

Nel 2017 è nato il Progetto Valar, innovativo laboratorio di pedagogia teatrale pensato per le scuole primarie e secondarie, organicamente inserito nell’Offerta Formativa di oltre venti istituti nelle province di Pisa e Lucca.

In tale pedagogia si sintetizzano e incontrano tutte le esperienze, gli insegnamenti, le conoscenze e le competenze pluriennali della Policardia Teatro. Il lavoro pone l’attenzione sul concedere ad ogni alunno un proprio modo unico per fare teatro, senza imporre un metodo, ma creando insieme a lui, valorizzando le sue qualità individuali.

A questa modalità di intendere la propedeutica teatrale si ispira e lega il concetto di Valar. Proprio come gli esseri della Creazione che, nel Silmarillion di J.R.R. Tolkien, innamorati della terra appena nata dal loro canto, decidono di abitarla e continuare a creare con essa, senza smettere mai di stupirsi.

Il percorso laboratoriale di Valar si compone di 12 incontri, della durata di 45/50 minuti cadauno, da svolgersi all’interno dei gruppi- classe.

 

Peculiarità e novità del progetto:

  • Presenza contemporanea di 3 operatori teatrali per classe. Ciò consente agli allievi-alunni di ricevere una maggiore attenzione nella ricerca delle attitudini creative individuali, le quali saranno poi inserite con una rinnovata vitalità all’interno delle dinamiche di gruppo.

  • Il progetto è pensato per essere di supporto al regolare svolgimento delle attività didattiche. Pertanto gli insegnanti partecipano attivamente, insieme agli operatori e agli allievi-alunni, al processo creativo durante gli incontri.

Mira inoltre a favorire il miglioramento dei rapporti tra alunni ed insegnanti e lo sviluppo di una maggiore facilità comunicativa durante le stesse lezioni.

  • Il «fare teatro» non è in funzione del miglioramento di attitudini attoriali degli allievi-alunni, ma dell’incontro di esplorazione, parallelamente con la crescita e con la presa di consapevolezza delle proprie qualità personali e con il proprio modo di vedere il mondo.

  • Teatro è un incontro e una scoperta. Al termine del laboratorio, non verrà messo in scena uno spettacolo, i genitori saranno invitati ad un “incontro aperto” conclusivo, in cui sarà centrale la condivisione di alcune esperienze germogliate durante il precorso.

 

Lavoro sul corpo e sulla corporeità:

Alcune delle esperienze proposte partono dalla riscoperta e dalla presa di coscienza del proprio corpo, che apprende anch’esso liberandosi da eventuali blocchi e preparandosi ad accogliere gli stimoli creativi, sempre nella dinamica del gioco.

Educazione al «teatro essenziale»:

Partendo dagli insegnamenti dei maestri internazionali che collaborano da anni con la Policardia Teatro, osserviamo come per fare teatro non sia necessaria la ricercatezza e la complessità dei costumi, dello spazio scenico e degli oggetti di scena.

Esattamente come nel contesto del gioco, quando i bambini giocano a «facciamo finta che», la vera potenza comunicativa del teatro sta nell’investire gli oggetti più semplici e lo spazio attorno di un valore semantico, che l’individuo gli assegna con il proprio intento creativo.

Proprio per questo il lavoro prevede l’utilizzo di materiale semplice e versatile come bastoni di legno e tessuti.

 

qqqqq.png

 La vera potenza comunicativa del teatro sta nell’investire gli oggetti più semplici e lo spazio attorno di un valore semantico

Un progetto che evolve nel tempo:

Il Progetto Valar si compone di due moduli, denominati “Valar Arda” e “Valar Eä”, corrispondenti rispettivamente al primo e al secondo anno del percorso laboratoriale.

logo ea sito.png
arda logo sito.png

Scopre il Blog del Progetto Valar

L' equipe di formatori teatrali:

Nel 2003 si diploma al corso di specializzazione europeo “Il Teatro e la Musica” organizzato dall’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma. Andrea Elodie Moretti è soprattutto un ricercatore teatrale. Nel 2010 crea il Centro di Creazione Internazionale Policardia Teatro frequentato da professionisti italiani e diretto da Maestri internazionali.

Andrea Elodie Morettti

Andrea Aquilante

Allievo del Centro di Creazione internazionale dal 2011, attore della compagnia Policardia Teatro dal 2013, formatore di corsi e laboratori teatrali dal 2015.

Attore e formatore teatrale, opera dal 2003 in vari contesti sociali come: scuole, centri diurni di salute mentale e per anziani, laboratori con studenti con disabilità medio gravi in licei socio-sanitari e progetti con migranti; per indagare la necessarietà del teatro nella società contemporanea.

Gabriele Finzi

Pietro Anastasi

Laureato in Scienze e Tecnologie delle Arti e dello Spettacolo. Formatore di corsi e laboratori teatrali per bambini e adulti, dal 2004, attore dal 2005. Collaboratore del Centro di Creazione Internazionale dal 2011, formatore della Policardia Teatro dal 2013.

Simone Sommariva

Frequenta la compagnia teatrale Policardia Teatro dal 2003. Partecipa al primo triennio del Centro di Creazione Internazionale Policardia Teatro (2011-2014).  Dal 2017 fa parte dell’equipe di formatori nelle scuole del “Progetto Valar”.

Inizia a muovere i primi passi nella Policardia Teatro a 6 anni. Da allora prende parte a tutte le produzioni della compagnia.

Nel 2011 prende parte al primo triennio del Centro di Creazione Internazionale.

Nel 2016 consegue il diploma in Musicoterapia continuando a collaborare con la Policardia come attore e musicista di scena, integrando le proprie conoscenze nel lavoro formativo.

Andrea Tassinari

Elena Tagliagambe

Diplomata alla "Scuola di Teatro Colli – Scuola dell’Emilia Romagna” di Emanuele Montagna, allieva del Centro di Creazione Internazionale, attrice e formatrice della Policardia Teatro dal 2013.

Filippo Cancellotti

Studia teatro con la Policardia fin dall’infanzia. Frequenta il primo triennio del Centro di Creazione Internazionale Policardia Teatro (2011-2014). Dal 2017 fa parte dell’equipe di formatori nelle scuole del “Progetto Valar”.

Cecilia Delle Fratte

Allieva del centro di Creazione Internazionale dal 2012, studiosa del teatro di narrazione, attrice della Policardia Teatro dal 2013. A Roma dirige i suoi laboratori teatrali per bambini, dal 2017 si trasferisce in Versilia dove è formatrice della Policardia Teatro.